info@viaggioiniran.com
:

Ori della Persia, 11 Giorni - 10 Notti

Not Rated from 0 reviews
0/5
0% of guests recommend

Overview

In Iran ci sono 24 siti patrimonio dell'Unesco, in questo viaggio visitiamo 5 culturali e 1 naturale: Palazzo Golestan a Teheran, Persepolis e Pasargade nella regione di Fars, Piazza Naqsh-e Jahan e Moschea Emam a Esfahan, quartiere storico di Fahadan, deserto di Lut.

 

PUNTI SALIENTI

  • Visita al museo della Musica a Esfahan e la partecipazione a un concerto dal vivo di musica tradizionale iraniana.
  • Visita al Bazar di Esfahan un bazar storico dove ci sono negozi che vendono la stessa merce da 400 anni.
  • Visita al giardino Fin: uno storico giardino persiano dove fu incoronato il grande Shah Abbass.
  • Visita al Giardino Mahan: un giardino storico e un altro tipo di giardino persiano.
  • Il tempio del Fuoco zaraostriano dove è custodito il fuoco chiamato "vittorioso" dal 470 dC.
  • Visita Rayen, la seconda cittadella d’argilla più grande del mondo.

 

1° giorno Italia – Teheran 

Partenza con volo per Teheran. Arrivo ed incontro con la guida e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento. 

 

2°  giorno  Teheran – Kerman- Shahdad  (Deserto) 

Al mattino visita della città, situata tra 1100 e 1750 metri a ridosso del monte Demavand. 

La giornata comincia con la visita del Museo Nazionale (Museo Iran Bastan), dove si trova una splendida collezione di ceramiche, terracotte, sculture e incisioni in pietra rinvenuti nei principali scavi archeologici. 

Di seguito una visita al Museo Nazionale dei Gioielli (aperto solo dalle 14.00 alle 16.00- dal Sabato al Martedì). All´interno possiamo osservare una delle collezione di gioielli più importante nel mondo, accumulata attraverso i secoli da tutte le dinastie persiane. Se il museo dei gioielli sarà chiuso al suo posto si visiterà il Museo del Vetro e della Ceramica, una splendida esposizione con centinaia di reperti provenienti soprattutto da Neishabur, kashan, Rey e Gorgan, risalenti al II millenio a.C. Si vista anche il Palazzo reale di Golestan(Palazzo dei Fiori), il più antico dei monumenti storici di Teheran e il patrimonio dell’UNESCO.

Trasferimento in aeroporto e partenza per Kerman (durata del volo circa un’ora e mezza).

Arrivo in città e subito il trasferimento all'eco camp di Shahdad. Pernottamento.

*In caso in cui all’eco campo di Shahdad(dove è previsto il pernottamento nelle tende attrezzate) non ci sia posto, allora pernottamento sarà a Kerman.

3°  giorno  Shahdad – Rayen – Mahan – Kerman 

La mattina presto escursione nel deserto Lut, con i veicoli 4x4 per (circa 2 ore) per vedere i Kalut, patrimonio naturale dell'UNESCO. Questo deserto è la quarta bellezza naturale della Terra secondo il National Geographic e pur essendo situata nel torrido deserto di Lut, a sud-est dell'Iran, attrae turisti da tutto il mondo, anche nel mese di agosto. I Kalut sono collinette strette e vicine nel deserto, molte volte simili a dei minareti, che creano delle strutture a U; Si torna al campeggio per la colazione. Dopo partenza per Rayen, una splendida cittadella, simile a Bam (seriamente danneggiata dal terremoto del 2003). La cittadella fortificata, tipico esempio di architettura ecologica del deserto, costruita in epoca sassanide nel 400 d.C., copre una superficie di circa 4 ettari. La città divisa in quartieri dove si trovano le abitazioni, visitabili, ed il bazaar è coronata da 15 torri. La visita è una esperienza straordinariamente interessante. 

Nel pomeriggio proseguimento del viaggio per Mahan, sosta presso il Giardino del Principe, un esempio particolare dei giardini persiani.

Rientro a Kerman e visita dell'animato Bazaar tradizionale del complesso di Ganjalikhan e Moschea Jame Pernottamento.

4°  giorno  Kerman – Sarvestan – Shiraz

Partenza per Shiraz, nel percorso una sosta per visitare il palazzo reale di Sarvestan, del 400 d.C. del re sassanide, Bahram Quinto. Proseguendo il viaggio, in un’altra sosta alla cittadella di Neyriz, si visita la moschea Jamé di Kabir che è la moschea più antica dell’Iran famosa come moschea a mono Iwan. 

Si parte per Shiraz, dopo arrivo in tardo pomerggio, sistemazione in hotel e pernottamento.

*SECONDA OPZIONE  4°  giorno  Kerman–  Shiraz

(fattibile con il volo interno nei giorni dispari con il costo 50 euro p.p.) 

Alla mattina trasferimento in aeroporto e partenza per Shiraz, con volo di linea. Arrivo in città e inizio delle visite. Sistemazione in albergo e pernottamento.

 

5°  giorno  Shiraz –  Persepoli – Naqsh e Rostam – Shiraz 

La mattina si parte per l'escursione a Persepolis (patrimonio dell’UNESCO). In origine chiamata Takh-e Jamshid, fu costruita nel V sec. a.C. per ordine di Dario, Serse e dei loro successori. 

Si prosegue con la visita a Naqsh-e-Rostam dove nel pendio di un monte sono state scolpite le tombe di quattro Re Achemenidi.

Rientro a Shiraz per la visita della città che è nota per i suoi giardini e per alcuni importanti monumenti come il complesso Vakil che comprende Moschea di Vakil, Bazaar Vakil e il Hammam. In più: la fortezza di Karim Khan (si visita dall’esterno), il caravanserraglio di Moshir, la Scuola coranica di Khan e il Mauseleo Hafez, il poeta popolare iraniano che ruba il cuore di chi legge i suoi ghazal.  

Rientro in hotel. Pernottamento. 

 

6° giorno  Shiraz – Pasargade – Yazd 

Partenza per Yazd. Nel percorso visita a Pasargade (patrimonio dell’UNESCO), la prima capitale del regno achemenide, dove è posizionata la tomba di Ciro il Grande.

Proseguimento del viaggio e arrivo a Yazd, città dal colore dell'argilla, che sorge ai margini di due deserti: il Dasht-e-Kavir e il deserto Lut . E’ famosa per le sue Badghir, le caratteristche torri di ventilazione sui tetti delle case. Inizio delle visite di città. Sistemazione in hotel.Pernottamento.

 

7° giorno  Yazd – Meybod – Esfahan 

In mattina visita della città che ospita la più nutrita comunità di seguaci di Zoroastro. Visiteremo il “Fuoco Sacro” il tempio dove si conserva una fiamma che brucia dal 470 d.C., le "Torri del Silenzio” due colline brulle, dove gli zoroastriani lasciavano i propri defunti agli avvoltoi perché ne spolpassero le ossa. 

La moschea Jamé che presenta un portale rivestito di maioliche tra le più belle dell’Iran e il complesso di Mirciakhmaq, con la bellissima piazza e il bazaar.

Nel pomeriggio partenza per Esfahan con la sosta a Meybod per la visita dell’antico castello Narin che risale a 3000 anni fa.

Arrivo a Esfahan in serata, sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

8° - 9°  giorno  Esfahan

Intere due giornate dedicate alla visita di Esfahan che è tra le più suggestive città al mondo. Per secoli la città è stata crocevia di commerci, mercanti, artigiani illuminati che hanno dato impulso alla creazione di una città culturale, signorile che lascia senza fiato per la bellezza dei suoi monumenti. 

Si visita la piazza centrale Naghsh-e Jahan (metri 512 x 163 - patrimonio dell’UNESCO) dove si affacciano due teorie di archi, nella parte bassa occupati da botteghe di artigiani (interessanti i negozi di preziosi: miniature, turchesi, stoffe). Tra i porticati si incastrano la moschea di Emam (moschea dello Shah - patrimonio dell’UNESCO), in assoluto una delle più belle dell'intero mondo islamico per la raffinatezza della decorazione di piastrelle azzurre e gialle e l'armonia della cupola e degli spazi interni. Poi c’è il piccolo gioiello: la moschea di Sheikh Lotfollah, di fronte al quale si nota il palazzo reale safavide Ali Ghapu dove verrà visitato di seguito. Intorno a questa piazza particolare c’è l’animatissimo Bazaar centrale coperto da piccole cupole sormontate. 

Si proseguono le visite a Esfahan: la moschea del Venerdi (Moschea Jamé), il palazzo reale di Chehel Sotun e i famosi ponti Sio- se pol e Khaju.

Due pernottamenti a Esfahan.

 

10° giorno   Esfahan –  Kashan –  Teheran 

Alla mattina partenza per Teheran. Nel corso del viaggio si effettuerà la visita a Kashan, famosa per la produzione di ceramica smaltata e per tutto il suo artigianato. 

Visita alla Casa Borujerdi una villa storica ed una delle abitazioni bioclimatiche scavate nel terreno tipico della regione. Di seguito a pochi metri si visita hammam di Soltan Amir Ahmad. E alla fine si arriva al  giardino di Fin dove é stato incoronato il grande Shah Abbass.

Arrivo in serata a Teheran. Sistemazione in hotel di fronte all’aeroporto, pernottamento.

 

11° giorno   Teheran – Italia  

In base all’operativo del volo trasferimento in aeroporto con le navette dell'albergo in tempo utile per la partenza del volo di ritorno in Italia.

 

Included/Excluded

Tutte le formalità per il rilascio del visto
Accoglienza e assistenza in aeroporto
Sistemazioni negli alberghi indicati
Colazione al buffet negli alberghi (pranzi e cene da definire in base del programma)
Mezzo di trasporto a disposizione
Guida specializzata nella lingua italiana
Gli ingressi (da definire in base al programma)
Tariffa area del volo domestico ( da definire in base al programma)
Tariffe aeree dei voli internazionali
Assicurazione sanitaria, bagaglio e annullamento viaggio
Tutte le spese personali, lavanderia, chiamate telefoniche
Mance alla guida e all’autista

Itinerary

Travel Styles

Cultural

Facilities

Wifi

FAQs

Come vestirsi in Iran?
La scelta di cosa mettersi specialmente viaggiando in un posto nuovo può essere laborioso qui vi spieghiamo un po' cosa può andare bene viaggiando in Iran. In generale il nostro consiglio di vestirsi in modo sportivo cioé in modo comodo. Per gli uomini quasi tutto potrà andare bene a parte i pantaloncini e magliette senza maniche; Per le donne, e viene chiesto di essere più coperte come portare il velo ma in una maniera più tollerata nel senso che va bene un foulard leggero più le camicie lunghe e larghe e i pantaloni larghe di ogni tipo di materiale.
Carte di credito sono ammesse? Che tipo di contanti vanno meglio, dollari oppure euro?
Le carte di credito vengono accettate solo in alcuni negozi di souvenir lungo viaggio quindi per le spese giornalieri i turisti sono richiesti a portare i contanti. Per alcuni si crea la domanda se c'è una differenza fra portare i dollari e gli euro, la risposta è che entrambi vanno bene e facilmente da cambiare dopo l'arrivo in Iran, quindi la scelta è vostra.
Come funziona il visto?
Ci sono due modalità per ottenere il visto: la prima è quella che suggeriamo noi, è ottenerlo all'arrivo in aeroporto, per il quale prima tramite la nostra agenzia si ottiene il codice d'autorizzazione facendo la richiesta in base dei documenti presentati al Ministero degli Affari Esteri; La seconda è ottenerlo in Italia dall'ambasciata iraniana a Roma oppure il consolato iraniano a Milano, anche in questa modalità sarà meglio che tramitte la nostra agenzia si ottiene il codice d'autorizzazione come spiegato prima, dopodicché bisogna recarsi a uno delle rappresentanti iraniani sopranominati in Italia, i documenti, fare le impronte digitali.
Il visto dell'Iran viene stampato sul passaporto?
La risposta è no. I visti ottenuti, tramite le entrambe modalità sopra riportate: nella prima modalità vengono registrati sul sistema in aeroporto e nella seconda vengono rilasciati su un foglio.

Reviews

0/5
Not Rated
Based on 0 review
Excellent
0
Very Good
0
Average
0
Poor
0
Terrible
0
No Review
You must log in to write review